In seguito alla Determinazione DPG015 n. 286 del 18.06.2020 e in attuazione dell’Asse Prioritario III, Obiettivo Tematico 3, Azione 3.1.1 del POR FESR 2014 – 2020, la Regione Abruzzo ha approvato l’avviso pubblico “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale ed implementazione di modelli innovativi aziendali di organizzazione del lavoro a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da COVID-19″.

L’avviso ha come obiettivo il sostegno della competitività delle imprese abruzzesi attraverso la realizzazione di nuovi prodotti che costituiscono una novità per l’impresa e/o per il mercato, l’innovazione dei processi produttivi, nonché l’implementazione di modelli innovativi aziendali di organizzazione del lavoro.

I beneficiari di tale bando sono le micro, piccole e medie imprese localizzate nella Regione Abruzzo iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura territorialmente competente.

L’ammontare complessivo delle risorse destinate dalla Regione è pari a 5.600.000 euro.

Le agevolazioni saranno concesse nella forma di contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile, in conformità a quanto previsto dal Regolamento (UE) n. 1407/2013 (‘de minimis’) della Commissione del 18 Dicembre 2013. Il progetto d’investimento proposto dovrà prevedere, a pena d’esclusione, una spesa minima pari a € 25.000 ed il contributo concedibile non potrà essere superiore a € 200.000 su un periodo di tre esercizi finanziari. Il massimo di aiuto concedibile è pari al 70% e qualora la richiesta da parte del beneficiario fosse inferiore al 70%, causa apporto di cofinanziamento privato superiore al 30%, in sede di valutazione della proposta comporterà un punteggio maggiore.

Inoltre, è prevista la possibilità di cumulo con i regimi di aiuti del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale epidemia di COVID-19.

Sono ammissibili le spese sostenute per:

a) implementazione di un nuovo prodotto per l’impresa e/o per il mercato;

b) innovazione del processo produttivo già avviato, mediante cambiamenti di tecniche, attrezzature e/o software, tendenti a diminuire il costo unitario di produzione e/o ad aumentare la capacità produttiva dell’impresa;

c) implementazione di modelli innovativi aziendali di organizzazione del lavoro, mediante l’acquisto di nuova strumentazione tecnologica e/o il supporto all’adozione di un piano di smart working, in coerenza con la legislazione vigente ed in base alle caratteristiche specifiche dell’impresa beneficiaria, volti a salvaguardare la produttività aziendale attraverso il “lavoro agile” che può rappresentare non solo la soluzione ad una situazione di emergenza, ma anche una scelta strategica per le aziende del territorio abruzzese.

Sono esclusi gli investimenti meramente sostitutivi che non siano riconducibili ad un progetto organico finalizzato a migliorare la competitività del beneficiario.

Sono ammissibili le spese sostenute dal 06 Marzo 2020, e concluse entro il termine dei 12 mesi decorrenti dalla data di pubblicazione della graduatoria sul BURAT, relative a: macchinari, impianti ed attrezzature; opere murarie ed impiantistiche; programmi informatici; servizi di consulenza; fidejussione bancaria; altre spese.

Le imprese che intendono richiedere le agevolazioni previste dall’avviso pubblico devono presentare la propria candidatura tramite piattaforma informatica app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici, resa disponibile a partire dalle ore 00:00 del 2 Luglio 2020 e fino alle ore 24:00 del 11 Luglio 2020.

Lo Studio resta a disposizione per ogni ulteriore approfondimento a riguardo.

A cura di Fabio Caravaggio

Bando